Mar 7 Dic 2021
spot_img
HomeCronacaMaltempo, piogge battenti e venti forti:...

Maltempo, piogge battenti e venti forti: in Calabria scuole chiuse e allerta massima

Il ciclone che attraverserà il Mediterraneo che muove dal Canale di Sicilia verso lo Jonio ha alzato il livello di allerta meteo in Calabria. Gran parte della regione è in allerta meteo rossa.

A Cosenza pur essendo il livello arancione, si invita la cittadinanza a non allontanarsi dalle proprie abitazioni. Chiuse scuole e strutture sportive a Catanzaro, nel Lametino, in provincia di Reggio Calabria e Crotone. L’uragano colpirà prevalentemente la fascia jonica con alto rischio di alluvioni, previste forti mareggiate, nella zona rossa rientrano città popolose come Reggio Calabria, Catanzaro, Crotone e Corigliano-Rossano. Rovesci sulla Locride, le Serre e nel Catanzarese, per poi estendersi alla fascia crotonese fino allo Jonio cosentino. Attesi fenomeni intensi di maltempo con forti venti e conseguente rischio idrogeologico.

Catanzaro il sindaco ha disposto la chiusura di tutti gli istituti scolastici e degli impianti sportivi per lunedì 25 ottobre. Ordinanza applicata anche a Soverato, nel Lametino, a Gizzeria, Girifalco, Marcellinara e San Pietro a Maida.

Il Settore Protezione Civile del Comune di Cosenza, attraverso la dirigente, Ing.Antonella Rino, ha diffuso un avviso alla cittadinanza a seguito del messaggio di allerta meteo della Protezione civile regionale con il quale è stata comunicata a Palazzo dei Bruzi l’allerta arancione su tutto il territorio comunale, dalla mezzanotte di oggi e per tutta la giornata di domani, lunedì 25 ottobre, fino alle ore  24,00.

Nel messaggio di allerta meteo diramato dalla Protezione civile regionale si prevedono, su tutto il territorio comunale, “precipitazioni diffuse ed intense, a prevalente carattere di rovescio o temporale. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento”.

La Protezione civile comunale raccomanda alla cittadinanza di adottare le seguenti misure comportamentali: evitare di allontanarsi dalla propria abitazione se non strettamente necessario; non sostare in prossimità di fiumi, argini, torrenti, scarpate, ponti; porre estrema attenzione nell’attraversamento di sottopassi o ponti; fare attenzione alla possibile caduta di rami e alberi; non sostare nella zona di possibile caduta di cornicioni o tegole; non sostare in locali interrati o seminterrati esposti a possibili allagamenti o inondazioni.