Mar 25 Gen 2022
spot_img
HomeCostume & Società"No alla riapertura delle scuole", la...

“No alla riapertura delle scuole”, la petizione partita da Cosenza

Ha raggiunto già più di 26mila firme la petizione partita da Cosenza per il rinvio di due settimane della didattica in presenza. La raccolta di firme on line, lanciata da Adele Sammarro, docente e attivista cosentina.

“Insegnanti, personale  ATA  e genitori lanciamo un appello urgente per la ripresa delle lezioni  a distanza per almeno due settimane.

A seguito del crescente aumento del numero dei contagi relativi alla nuova variante Omicron che colpisce le fasce più giovani della popolazioni con conseguenze talvolta anche gravi, poiché non è possibile garantire alcun distanziamento data la sottostimata capienza delle aule, in cui non esistono sistemi adeguati di ventilazione, purificazione, sanificazione dell’aria, la didattica a distanza potrebbe essere una valida alternativa. Alla luce dei dati proiettati,  non sarà  cosa facile  garantire la tutela della salute e il rispetto delle norme di sicurezza.  A ciò si aggiunge  anche il fatto che il virus si diffonde per via aerea e che la classe favorisce meglio la diffusione del contagio. Riaprire le scuole in presenza significherebbe favorire un aumento  maggiore dei contagi. Si richiede, pertanto, l’attivazione della didattica a distanza almeno per due settimane. E’ nostro dovere garantire la tutela della salute e la sicurezza di migliaia di persone.

Ecc.mi: Sig. Presidente del Consiglio, Sig.Ministro dell’Istruzione, e Sigg. Presidenti Regionali, nel ringraziarVi per l’attenzione che si vorrà riservare a quest’appello,  attendiamo con certezza un Vostro celere riscontro.”

Per aderire alla petizione clicca sul Link:

Appello urgente: No alla riapertura delle scuole in presenza. Si alla DAD