Mer 17 Lug 2024
spot_img
HomeCostume & SocietàCulturaOperativa a Davoli la "Biblioteca dell’Amore"...

Operativa a Davoli la “Biblioteca dell’Amore” e si già parla di una pinacoteca dell’amore

Proposta dall’animatore culturale Domenico Lanciano DI Badolato (CZ) e accettata dal prof. Aldo Marcellino, direttore della Biblioteca Pubblica di Davoli (CZ), la Biblioteca dell’Amore può dirsi già operativa dopo che l’Università delle Generazioni ha inviato una prima donazione di 36 libri di particolare importanza per un “Amore a 360 gradi” ed anche alcuni cimeli storici per l’Archivio.

Altre persone hanno espresso la volontà di effettuare donazioni di libri e documenti. Inoltre, due artisti daranno presto proprie opere per quella che può essere già definita la “Pinacoteca dell’Amore” la quale sicuramente entro l’anno in corso avrà ricevuto tante di quelle opere da poterle esporre al pubblico in una apposita Mostra.

I primi due artisti sono la signora lucana Sharon che mette a disposizione otto disegni utilizzati per corredare il proprio libro di “Poesie d’Amore” in corso di stampa; e il giovane pittore di Catanzaro, Claudio Caroleo, il quale porterà prestissimo una sua recente tela (cm. 60 x 80) intitolata “Amore sconosciuto”.

Così Caroleo descrive la propria Opera: << L’ amore è sofferenza, l’amore è mistero, l’amore è tradimento. Il percorso attraversa una fase esplosiva, così come l’artista vuole dimostrare in questa tela. I colori vanno ad impattare sulla tela quasi “travolgendola” analogamente alla passione amorosa che si rivela agli amanti in modo travolgente e incontenibile.

La passione, come il fuoco, che divora amante e amato…La passione che si colora di rosso per poi svanire lasciando il posto all’arancione che esprime l’eros e la gioia dell’innamoramento.

Poi si colora di giallo esprimendo benessere e sincerità… per divenire quasi oro perché l’amore vero è quanto di più prezioso ci sia al mondo. Sullo sfondo, il fucsia dipinge l’amore in tutte le sue contraddizioni.

Il fucsia, come l’amore sconosciuto, miscellanea di colori caldi e freddi, di emozioni calde e fredde: passionalità e tenerezza, estroversione e introversione, dolcezza e aggressività, protezione e gelosia, felicità e struggimento >>.

La Biblioteca dell’Amore e la nascente Pinacoteca dell’Amore sembrano essere gli eventi dell’anno per Davoli e dintorni.

Ed ecco, in ordine alfabetico per Autore, i 36 titoli possono essere consultati: * 01 – ABELARDO Pietro – LETTERE D’AMORE DI ELOISA * 02 – ARETINO Pietro – RAGIONAMENTI * 03 – ARISTOFANE – LE COMMEDIE DELLE DONNE * 04 – AA.VV. – CARMI PRIAPEI * 05 – AA.VV. – DONNA, MISTERO SENZA FINE BELLO * 06 – AA.VV.  – EROS * 07 – AA.VV. – MAMMA, LE PIU’ BELLE POESIE A TE DEDICATE * 08 – AA.VV. – LA SESSUALITA’ SPIEGATA AI BAMBINI * 09 – BAADER Franz von – FILOSOFIA EROTICA * 10 – BAKER David – SEX – LA PIU’ GRANDE STORIA DEL SESSO * 11 – BEVILACQUA Alberto – L’EROS * 12 – BEVILACQUA Aberto – LETTERA ALLA MADRE SULLA FELICITA’ * 13 – BOCCACCIO – DECAMERON (edizione integrale) * 14 – CASANOVA Giacomo – STORIA DELLA MIA FUGA DAI PIOMBI * 15 – D’ANNUNZIO Gabriele – IL PIACERE * 16 – DIDEROT Denis – I GOIELLI INDISCRETI * 17 – DI GIAMMATTEO Fernaldo – DIZIONARIO DEL CINEMA * 18 – DUBY Georges – IMMAGINI DELLE DONNE * 19 – FALLACI Oriana – LETTERA A UN BAMBINO MAI NATO * 20 – FEOLE Leopoldo – FRANTUMI (Storia di ordinaria violenza sessuale) * 21 – FINUCCI Gallo Patrizia – LE FANTASIE DEGLI ITALIANI * 22 – GIOVANNI PAOLO II – IL PAPA ALLE DONNE * 23 – GIOVENALE – CONTRO LE DONNE * 24 – GRUBEL Lilli – NON FARTI FOTTERE (dalla pornocrazia) * 25 – MALIZIA Enrico – DIZIONARIO DELL’AMBIENTE * 26 – MARZIALE – I CENTO EPIGRAMMI PROIBITI * 27 – MORALI-DANINOS – STORI DELLA SESSUALITA’ * 28 – MURAZZO Giovanni – RECIPROCITA’ CUORE DELL’AMICIZIA * 29 – NYROP Kristoffer – STORIA DEL BACIO * 30 – OVIDIO – L’ARTE D’AMARE * 31 – PALMIERI Italo – IO TI CHIAMERO’ AMORE * 32 – PARAZZOLI Ferruccio – GESU’ E LE DONNE * 33 –  PLATONE – SIMPOSIO (il dialogo dell’Eros) * 34 – SENECA – LA FELICITA’ * 35 – ZHITI Visar – CROCE DI CARNE * 36 – ZHITI Visar – PASSEGGIANDO ALL’INDIETRO.