CUS Unical Cosenza: la novità è il Settore Calcio a 11

189

di Ilenia Viola

“Lo sport è uno spazio aperto in cui ognuno può sentirsi accolto, valorizzato, guidato nel percorso di sviluppo, educazione e salute”. (CONI)

All’Università della Calabria si respira un vento sprovvisto di ovvietà, alla ricerca di un concreto potenziamento e ottimizzazione dei servizi offerti alla comunità accademica. 

Questa volta è il direttivo del CUS Cosenza a convogliare su di sé i riflettori, in quanto fortemente attivo e dinamico nel redigere e introdurre proposte innovative. Nel corso dell’ultimo direttivo, tenutosi lo scorso 8 luglio, una novità campeggia e risalta: nasce, con estrema soddisfazione degli addetti ai lavori, il Settore Calcio a 11.   

Queste le parole di Nicolò Chierchia, nonché neo-responsabile del settore:

«È motivo di grande orgoglio far parte della famiglia del CUS. Ringrazio il Presidente Fiore e il Vice Presidente Sabato per la fiducia riposta in me. L’obiettivo principale – prosegue Chierchia – sarà quello di coinvolgere attivamente la componente studentesca e accrescere l’offerta qualitativa del nostro campus». 

L’intento cardine della sua missione è così esplicito e comodamente decodificabile, essendo fondato su presupposti basilari e meritevoli: la meta sarà quella di sponsorizzare lo sport in qualità di strumento di benessere psicofisico e, soprattutto, veicolo di inclusione, partecipazione e aggregazione sociale.

«Credo che lo sport – continua, per l’appunto, Chierchia – sia un mezzo efficace per aumentare l’aggregazione, il rispetto e il senso civico dei cittadini del domani che frequentano la nostra Università. Ci stiamo muovendo, dunque, sin da subito, per ricercare ragazzi che facciano del rispetto, dell’educazione e della correttezza punti cardini del loro essere». 

Il valore sociale dello sport è ben manifesto al neo-responsabile, il quale coglie l’occasione per comunicare che da Settembre si terranno gli stages al fine di valutare le candidature per la formazione della squadra, che parteciperà ai campionati dilettantistici della nostra regione. L’invito è così, infine, rivolto alla comunità studentesca, nella sua interezza, sperando in una larga partecipazione. 

Pubblicità