Home Politica Berlusconi addio a Salvini e Meloni?...

Berlusconi addio a Salvini e Meloni? Silvio ha capito…

La lettera 
 
di Biagio Maimone – Affaritaliani.it
Caro Presidente Silvio Berlusconi, attraverso i miei articoli, ti ho suggerito, più volte, di allontanarti dal duo sovranista e populista Salvini-Meloni, con il quale non si è mai capito quali fossero gli ideali che condividessi.

Ti ho scritto che dal duo di estrema destra non eri realmente stimato, anzi,  esso utilizzava la tua alleanza per il proprio tornaconto e, grazie a te e agli spazi che gli hai concesso nelle tue televisioni, è cresciuto nei consensi, tanto da sorpassarti. Esso ha, altresì, attinto politici dal tuo partito, i quali, da codardi e superficiali, hanno abbandonato Forza Italia. 
Per Salvini e Meloni eri finito, non esistevi più. Non hanno capito che, invece, eri sempre tu a reggere le sorti del centrodestra e del destino della Lega e di Fratelli d’Italia. 
Ti ho comunicato anche che, proprio in quanto sono sovranisti e di estrema destra, non era il caso scendessi in piazza con loro, facendo solo una  brutta figura. 
Ti ho scritto che eri un liberaldemocratico, un europeista e non un populista e conservatore.
Ho sottolineato, più volte, che, quando  prendevi le distanze dalle scelte del duo totalitarista, crescevano i tuoi consensi.
Difatti, il tuo elettorato è moderato, cattolico e di visione democratica.
Speriamo che, considerato, peraltro, che il trumpismo sta uscendo di scena in virtù della vittoria del democratico Biden, ti accosterai ai movimenti politici democratici e che, sostenendo il governo, capirai realmente che l’Italia ha bisogno di un vero democratico come te, che possa contribuire ad aiutare la nostra Italia in questo drammatico momento storico.
Entra nella storia come personaggio positivo che aiuta il nostro Paese ad uscire dalla crisi generata dalla  pandemia! 
Molla il duo sovranista senza esitazioni. Vedrai che Forza Italia salirà nei consensi e sarà rilevante l’apporto che darà nella scena politica futura del nostro Paese, come partito di centro, democratico e vicino alla nuova democrazia.