Ven 26 Nov 2021
spot_img
HomeSportCalcioBenevento- Cosenza 3-0, le streghe incantano...

Benevento- Cosenza 3-0, le streghe incantano i Lupi

Benevento – Cosenza

Prima frazione di gara a tinte giallorosse. La retroguardia del Cosenza regge bene fino alla mezz’ora, poi Lapadula si accende e serve due assist deliziosi: Il primo per Sau che prova a botta sicura ma Vigorito risponde presente; il secondo per Barba che trova il tempo giusto per siglare il vantaggio dei padroni di casa. Nel secondo tempo il Cosenza prova ad uscire ma il Benevento regge bene le ripartenza rossoblù e dilaga con le reti di Lapadula e Tello.

 Prima emozione al “Vigorito”

Brivido per il Cosenza dopo pochi giri di orologio. Gestione non perfetta della palla da parte dei ragazzi di Zaffaroni e retropassaggio avventato che mette in difficoltà Vigorito costretto a rinviare sul pressing di Lapadula che riesce ad intercettare e deviare il pallone che carambola sui piedi di Brignola bravo a concludere subito verso la porta sguarnita, ma la traiettoria è alta e la palla si spegne sul fondo.

Assedio giallorosso

Cresce la pressione dei padroni di casa che prendono in mano il pallino del gioco costringendo il Cosenza a giocare molto bassi. Sono ancora le streghe ad avere l’occasione del vantaggio con Ionita che si fa trovare nel punto giusto sul cross di Letizia ma al momento del tiro svirgola graziando i calabresi. Tanto Benevento nel primo quarto d’ora di gioco per lunghi tratti nella metà campo del Cosenza che prova, invece, timidamente ad attaccare sugli sviluppi di calci da fermo.

Brutto scontro in area del Benevento

Sulla prima verticalizzazione utile dei rossoblù Gori si avventa sul pallone a metà strada tra lui e Paleari che, nel tentativo di anticipare, si scontra proprio con l’attaccante rossoblù. Scontro durissimo (testa contro testa) che vede il pipelet dei padroni di casa avere la peggio; quasi tre minuti a terra, poi prova a rimanere in campo ma non riesce a continuare ed è costretto ad abbandonare il campo prima del tempo, fortunatamente sulle sue gambe.

Vantaggio Benevento

Prova ad uscire dalla propria metà campo il Cosenza in ripartenza con la velocità di Caso e il gioco sulle fasce, ma è il Benevento a collezionare le occasioni migliori. Ci prova Sau su assist di Lapadula, Vigorito si supera chiudendo lo specchio all’attaccante giallorosso e rifugiandosi in angolo. Proprio dal corner arriva, però, il vantaggio dei padroni di casa: Pallone in mezzo e dopo una serie di rimpalli Lapadula serve in mezzo per Barba che – in allungo – trova l’appuntamento con il pallone per il gol dell’1-0.

Ci prova il Cosenza in avvio di ripresa

Buon avvio di ripresa dei calabresi che provano subito ad affondare il colpo con Caso e Gori che scambiano al limite dell’area, poi il numero dieci del Cosenza tenta la conclusione deviata dalla difesa giallorossa e la palla diventa giocabile per Vallocchia che non riesce ad arrivare bene sul pallone. Azione che comunque sarebbe stata annullata per posizione irregolare del centrocampista. Ci prova ancora il Cosenza con Situm che recupera palla lanciando Gori bravo a trova la via del gol, ma l’arbitro aveva già interrotto l’azione ravvisando il fallo del croato.

Ancora Benevento

Nel momento migliore dei lupi, il Benevento riparte in velocità con un ottimo fraseggio, Sy non riesce a tenere Sua che dialoga con i propri compagni sulla destra prima di servire verticalmente per Brignola che penetra in area e serve un cross basso per Ionita anticipato bene da Vigorito. Sul tap-in, però, Lapadula sbuca e appoggia in rete il pallone del 2-0.

Il Cosenza prova ad alzarsi, ma il Benevento fa buona guardia

Prova ad accelerare la formazione ospite nell’ultimo quarto d’ora a disposizione con i nuovi ingressi Eyango ed Anderson protagonisti del possibile 2-1: Eyango controlla e verticalizza per Situm che, di prima, serve Anderson al centro dell’area giallorossa ma la sua conclusione viene murata dalla retroguardia del Benevento. Ci prova il Cosenza che nel secondo tempo alza il baricentro provando a spingere con tutti gli effettivi.

Nel finale di gara è ancora Lapadula a rendersi protagonista del match con una bella incursione personale sulla sinistra, manda fuori tempo Rigione, supera Tiritiello e poi serve il neo entrato Tello che, a porta vuota, mette la parola fine alla gara con il gol del 3-0. Il Benevento ritrova tre punti contro un Cosenza che fatica nel primo tempo, poi ci prova nella ripresa ma non riesce quasi mai ad essere realmente incisivo dalle parti di Manfredini.


Benevento (4-2-3-1): Paleari; Letizia, Glik, Barba, Foulon; Viviani, Calò; Brignola, Sau, Ionita; Lapadula

Panchina: Manfredini; Maruca; Vogliacco; Masciangelo; Talia; Basit; Acampora; Tello; Di Serio; Insigne; Moncini; Vokic

Allenatore: Fabio Caserta

Cosenza (3-5-2): Vigorito; Rigione, Tiritiello, Pirrello; Situm, Boultam, Gerbo, Carraro, Sy; Gori, Caso

Panchina: Saracco, Matosevic; Corsi; Minelli; Anderson; Bittante; Venturi; Eyango; Florenzi; Kristofferson; Pandolfi; Millico.

Allenatore: Marco Zaffaroni

Arbitro: Sig. Davide Ghersini di Genova

Assistenti: Sig. Gianluca Sechi di Sassari e Sig. Giuseppe Macaddino di Marsala

IV Uomo: Sig. Mario Perri di Roma 1

VAR: Sig. Giacomo Camplone di Pescara e Sig. Sergio Ranghetti di Chiari (aVAR)

Marcatori: Barba (BEN); Lapadula (BEN); Tello (BEN);

Sostituzioni: Manfredini per Paleari (BEN); Anderson per Vallocchia (COS); Eyango per Gerbo (COS); Millico per Caso (COS); Pandolfi per Gori (COS); Tello per Sau (BEN); Vokic per Brignola (BEN); Acampora per Viviani (BEN); Bittante per Situm (COS);

Ammoniti: Calò (BEN); Pandolfi (COS)

Espulsi:

Recupero: 5’ p.t.; 5’ s.t.