Mer 8 Dic 2021
spot_img
HomeAttualitàEconomiaArriva il "reddito di libertà" per...

Arriva il “reddito di libertà” per le donne vittima di violenza

Finalmente da qualche ora è operativo. Con 3 milioni di euro di dotazione e l’arrivo della circolare dell’Inps, può partire il “reddito di libertà” per le donne vittime di violenza.

Il contributo, nella misura massima di 400 euro mensili pro capite, è destinato alle donne seguite dai centri antiviolenza riconosciuti dalle regioni e dai servizi sociali nei percorsi di fuoriuscita dalla violenza, il contributo è finalizzato a sostenere prioritariamente le spese per l’autonomia abitativa e personale, il percorso scolastico e formativo di eventuali figli e figlie minori. Destinatarie sono le donne residenti nel territorio italiano che siano cittadine italiane o comunitarie oppure, in caso di cittadine di Stato extracomunitario, in possesso di regolare permesso di soggiorno.

Per facilitare la presentazione telematica delle domande all’Inps, è stata attrezzata una specifica piattaforma di collegamento con i comuni italiani che consentirà di inoltrare le domande. La circolare ricorda che saranno inoltrate dagli sportelli comunali solo ed esclusivamente le istanze debitamente compilate in ogni loro parte e sottoscritte dalle interessate.