Dom 27 Nov 2022
spot_img
HomeSportCalcioLa Reggina rimonta nel secondo tempo...

La Reggina rimonta nel secondo tempo contro il Venezia

Vittoria in rimonta per la Reggina. Gli amaranto regalano un tempo al Venezia che, però, spreca troppo senza riuscire ad andare oltre l’uno a zero. Nella ripresa grande reazione dei ragazzi di Inzaghi che trovano il giusto guizzo per ribaltare il risultato e fare bottino pieno.

Primo tempo difficile per la Reggina che riesce, grazie ad un pizzico di fortuna (la traversa salva gli amaranto dal doppio svantaggio) e all’imprecisione degli avversari a terminare il primo tempo sotto solo di un gol. Prima frazione in cui la Reggina appare scarica e diversa dal solito, tanti errori dei singoli fanno risultare le manovre dei calabresi troppo macchinose per poter impensierire la retroguardia del Venezia.

Vantaggio dei padroni di casa

Su un errore in uscita di Gagliolo il Venezia riesce a sbloccare il match al 10′ di gioco con Pohjanpalo che trova la conclusione giusta per superare Ravaglia. Primo tempo tutto a favore dei lagunari che, prima, colpiscono una traversa e, poi, si vedono annullare il raddoppio per posizione di fuorigioco. La Reggina fatica ad entrare in partita. Unico squillo amaranto a poco meno della mezz’ora di gioco con Gori che ha una doppia chance, ma non trova la giusta precisione sottoporta.

Secondo tempo

Cambia tutto nella seconda frazione di gara con i calabresi che rientrano dagli spogliatoi decisamente meglio rispetto al primo tempo.  Canotto trova la terza firma stagionale con la Reggina e ristabilisce la parità: tutto parte da una rimessa laterale, poi un paio di rimpalli che favoriscono l’inserimento del centrocampista amaranto bravo a crederci sull’ ennesima ribattuta. Una Reggina ritrovata nel secondo tempo che sovrasta il Venezia e rimedia alla brutta prestazione dei primi 45′ riuscendo a ribaltare il risultato ad un quarto d’ora dalla fine con Hernani Jr.:  Di Chiara serve in mezzo dalla sinistra, il brasiliano tenta la deviazione aerea, Menez scherma ma, involontariamente, serve un altro assist al centrocampista che la deve solo piazzare.

Nel finale di gara si fa rivedere il Venezia che accenna ad una reazione ma non basta per superare Ravaglia. Gli amaranto consolidano, davanti ai propri tifosi arrivati in gran numero dalla Calabria, il secondo posto.


Marcatori: 10′ Pohjanpalo (V), 55′ Canotto (R), 76′ Hernani (R).

Venezia (3-5-2): Joronen; Wisniewski, Modolo (83′ Pierini), Ceccaroni; Zampano, Cnrigoj (59′ Cuisance), Busio, Andersen (59′ Fiordilino), Haps; Johnsen (59′ Cheryshev), Pohjanpalo (70′ Novakovich). In panchina: Bertinato, Tessmann, Ceppitelli, Candela, Svoboda, Ullmann, Zabala. Allenatore: Paolo Vanoli.

Reggina (4-3-3): Ravaglia; Pierozzi, Camporese, Gagliolo, Giraudo (46′ Di Chiara); Fabbian (46′ Ménez), Majer, Hernani; Canotto (80′ Cionek), Gori (67′ Liotti), Rivas (70′ Cicerelli). In panchina: Colombi, Bouah, Dutu, Loiacono, Crisetig, Obi, Ricci. Allenatore: Filippo Inzaghi.

Arbitro: Sig. Matteo Marcenaro di Genova

Assistenti: Sig. Fabio Schirru di Nichelino e Sig. Federico Fontani di Siena

IV ufficiale: Sig. Andrea Ancorar di Roma 1

VAR: Sig. Antonio Di Martino di Teramo e Sig. Salvatore Longo di Paola (aVAR)