Dom 22 Mag 2022
spot_img
HomeAttualitàMontalto Uffugo, accordo tra la Coldiretti...

Montalto Uffugo, accordo tra la Coldiretti e la Lirangi su agricoltura e territorio

“Agricoltura e Territorio”, questi i temi “caldi” della campagna elettorale del candidato a sindaco di Montalto Uffugo Teresa Lirangi.

Il tema scelto dalla candidata ha consentito di analizzare insieme a esperti del mondo dell’agricoltura, le criticità e la valorizzazione delle eccellenze locali, calabresi ma soprattutto montaltesi.

Il convegno, moderato dal giornalista Rita Russo, ha visto la partecipazione di tanti cittadini interessati alla tematica mentre al tavolo dei relatori, oltre a Teresa Lirangi, sono intervenuti: Franco Aceto, Presidente Coldiretti Calabria; Salvatore Spizzirri, Segretario Zonale di Coldiretti; Francesco Cufari, Presidente Federazione Dottori Agronomi e Forestali della Calabria e Luigi Macrì, imprenditore agricolo che ha portato la sua esperienza nel settore della coltivazione della canapa sativa.

Un convegno finalizzato alla conoscenza delle opportunità che il comparto riserva a giovani e agricoltori già praticanti, in una regione come la nostra a vocazione agricola. La serata è iniziata con gli interventi di diversi candidati al consiglio comunale e sostenitori quali Pina Sturino, Francesca Ciardullo, Raffaella Sirianni, Grazia Fuoco, Serena Corti, Carlo Merenna che fra accenni prettamente politici ed interventi attinenti al convegno hanno offerto un contributo importante alla discussione. Alcuni di loro infatti, lavorano nel settore, per cui sono ben coscienti sia delle potenzialità sia delle criticità del mondo agricolo.

Sono tante le iniziative previste dalla candidata a sindaco Teresa Lirangi, come quella ad esempio, di riportare Montalto Uffugo nei comuni cosiddetti di fascia pedemontana, un impegno che consentirà di assicurare delle agevolazioni fiscali e contributive importanti. Successivamente, gli interventi di Spizzirri, Cufari e Aceto, con quest’ultimo che ha spronato la candidata Lirangi ad allargare il punto del suo programma relativo all’agricoltura con alcuni provvedimenti molto interessanti che la Lirangi non ha esitato a prendere in considerazione.
Franco Aceto ha posto l’accento sull’opportunità di incentivare il consumo di prodotti locali, genuini e di origine sicura. Aceto ha inoltre proposto a Teresa Lirangi un accordo di programma, che Coldiretti sta sottoponendo ai candidati a sindaco in tutta Italia. L’accordo, che in realtà assume i connotati di un progetto di Campagna Amica, vede i Comuni impegnarsi ad inserire nei bandi di gara per l’aggiudicazione degli appalti relativi alle mense scolastiche, l’impegno per le aziende vincitrici, di verificare la possibilità di proporre pasti preparati con alimenti e prodotti della nostra terra, nella fattispecie, montaltesi prima e calabresi poi.

La candidata a sindaco, recependo le esigenze prospettate da Coldiretti, nella persona del Presidente regionale Franco Aceto, ha assicurato il suo impegno firmando così l’accordo. “All’interno del mio programma elettorale c’è un punto specifico che riguarda l’agricoltura e desideriamo incentivare il comparto, motore trainante della nostra economia, per questo motivo abbiamo ritenuto importante organizzare questo convegno ed incontrare le aziende agricole e gli agricoltori del territorio” – ha detto Lirangi. “L’ente comunale – ha detto Teresa Lirangi – deve fare di più, aiutando le aziende agricole anche dal punto di vista della promozione”.

“Non ci si può ricordare delle aziende e degli imprenditori di ogni genere soltanto quando si chiede di pagare i tributi” – ha ribadito Lirangi.

Dal punto di vista squisitamente politico, la Lirangi ringraziando i candidati intervenuti, li ha incitati ad andare avanti con forza verso l’appuntamento di domenica prossima. “I miei 64 candidati a consigliere sono espressione di tutto ciò che è Montalto – ha detto Lirangi , aggiungendo – abbiamo puntato sulla qualità e non ci intimoriscono i fumogeni”. “Sono fiduciosa, il 26 avremo un buon riscontro. Non ho fatto patti con nessuno, ogni decisione l’abbiamo presa e condivisa insieme e non siamo rimasti soli ma abbiamo deciso noi di allontanare ciò che non era la nostra politica sana, onesta e rispettabile” – ha concluso Teresa Lirangi.