Home Attualità A Longobucco, sostenibilità ambientale ed economia...

A Longobucco, sostenibilità ambientale ed economia circolare con Zonadem, Bevacqua e Chiara Braga

“Dalle parole dell’assessore Rizzo, ho appreso con soddisfazione che non è in vista alcuna emergenza rifiuti in Calabria. Nel suo intervento, chiaro ed esaustivo, l’assessore ha delineato un quadro compiuto di quanto e come si sta operando”. È quanto dichiara il consigliere regionale Mimmo Bevacqua dopo l’incontro tenutosi ieri a Longobucco, avente a tema la sostenibilità ambientale e l’economia circolare, organizzato da Zonadem e che ha visto, tra gli altri, la presenza dell’assessore regionale all’ambiente e di Chiara Braga, responsabile nazionale ambiente del PD. “La normazione prodotta dall’attuale maggioranza regionale – prosegue Bevacqua – si sta rivelando positiva ma molte sono le cose che restano da fare. La legge quadro calabrese sul Piano Rifiuti ha bisogno di essere portata a compimento in tutti i suoi aspetti: a questo proposito, Zonadem ritiene che non sia più rinviabile l’individuazione di un nuovo sito nella provincia di Cosenza e che si debba ripensare il dimensionamento degli Ato, oggi troppo ampi nel loro essere a scala provinciale”.

Come è emerso durante il dibattito, la differenziazione della raccolta, la riduzione dei rifiuti, il loro riutilizzo e la loro trasformazione in risorsa non sono più delle opzioni ma priorità ineludibili. Economia, sviluppo e ambiente sono parti inscindibili di un unico percorso virtuoso e si sorreggono a vicenda in una prospettiva di sostenibilità lungimirante. “L’attività di Zonadem nei territori e nelle comunità conclude Bevacqua – si caratterizza da anni per l’impegno verso temi centrali nella vita quotidiana dei cittadini, assumendo anche una evidente funzione di supplenza rispetto al latitare delle strutture di partito: il numerosissimo pubblico presente ieri testimonia la bontà e l’interesse verso quest’opera capillare di presenza diretta nei territori”.

Ringrazio per la loro cortese presenza – conclude Bevacqua – oltre i tanti amministratori locali presenti, Antonio Nicoletti (Legambiente Nazionale), che ha arricchito il dibattito illustrando le linee guida di una consapevole green economy, e l’amica Chiara Braga che si occupa da tempo della questione a livello nazionale ed europeo, battendosi affinché le quattro direttive sull’economia circolare approvate negli scorsi mesi a Strasburgo siano al più presto recepite nell’ordinamento italiano”.