Home Attualità Paola, l’omelia “politica” del parroco: “Di...

Paola, l’omelia “politica” del parroco: “Di Maio un povero figliolo”

“Stiamo vivendo una vita… banale, per ritornare a vivere una vita buona abbiamo bisogno di ritornare all’amore delle parole. Faccio un esempio: Di Maio, ministro degli Esteri del Governo italiano”.

Così il parroco di Paola, nel Cosentino, don Pietro De Luca, che spiega: “Di Maio ha incontrato Mario Draghi, che è stato governatore della Banca centrale europea. Quando Di Maio, con un diploma di scuola superiore e con un curriculum vitae si nobile ma popolare, incontra Draghi e dice ‘mi ha fatto una buona impressione’” è come se “il papa mi chiamasse a Roma e poi io dicessi ‘mi ha fatto una buona impressione’”.

Di Maio è un povero figliuolo al quale l’Italia ha fatto un grave danno: l’ha fatto arrivare lì. L’Italia non gli vuole bene, e così non vuole bene a se stessa” ha concluso il sacerdote, che poco prima aveva evidenziato: “Il vostro parroco sembra cretino, stravagante, ma non lo è”.