Gio 13 Mag 2021
Advertising
Home RUBRICHE Made in Calabria "Diario di un nichilista moderno" di...

“Diario di un nichilista moderno” di Giuseppe Motta, scrittura come forma terapeutica

di Anna Zupi

Giuseppe Motta, ventuno anni nasce a Cassano Allo Ionio il 22 marzo del 2000. Si diploma all’ITIS Enrico Fermi di Castrovillari. Sin dalla tenera età Giuseppe è sempre stato molto riservato e non esternava le sue emozioni, i suoi sentimenti. “Ho sempre odiato chiedere aiuto” afferma il giovane scrittore, ma in seguito ad un brutto periodo della sua vita la scrittura diventa una forma espressiva e terapeutica. “Ho sempre trovato affascinante il pensiero intriso nei versi neri sul foglio: per molti potrebbe sembrare banale, ma è davvero catartico e aiuta tantissimo.”

Di cosa parla il “Diario di un nichilista moderno” e perché hai deciso di dare questo titolo?
“Diario di un nichilista moderno è una raccolta di pensieri, non mi piace definirle poesie, scritti in un periodo buio della mia vita. Così iniziai a mettere i miei pensieri in rima e iniziai a conservare ciò che scrivevo. Ho sempre temuto espormi ma, nel corso degli anni, le poche persone che amo mi hanno convinto a farlo così decisi di dar vita a “Diario di un nichilista moderno”. 

Ho scelto questo titolo perché mi crogiolavo nel senso di autodistruzione che scaturivano i miei pensieri. Un classico nichilista .Diario perché, appunto, è stato scritto come fosse un diario segreto giorno dopo giorno nel corso di due anni.

Questo periodo è riconducibile alla depressione o ai problemi adolescenziali?
È un periodo che mi portavo dietro dalle scuole medie. Sono sempre stato un ragazzo molto riservato. Diciamo che ero quello “strano” della situazione e crescendo quest’ombra ha preso il sopravvento. Feci anche visita allo psicologo, che mi diagnosticò una forma di depressione e mi consigliò, tra le altre cose, anche la scrittura. In questo periodo, tra l’altro, persi una persona molto importante per me e questo fu la goccia che fece traboccare il vaso. 

Per chi pensi sia adatto questo libro?
Credo sia adatto soprattutto per i ragazzi della mia età. Per chi soffre per una delusione d’amore, per esempio. Per chi come me, si trova a fare i conti con i demoni dentro sé stesso. “Diario di un nichilista moderno” è dedicato a chi ogni giorno affronta i propri demoni. Spesso si sottovaluta il dolore che può scaturire da una delusione o dalla perdita di una persona a cui si deve molto. L’età non conta in quel caso. Il dolore non guarda in faccia a nessuno 

La depressione è il male del secolo, il mostro da combattere e che spesso viene sottovalutata. Dopo anni che rapporto hai con questo demone? Nel libro c’è un’evoluzione?
Purtroppo no. Il demone è ancora lì, seppur legato. È facile, però, che si liberi di nuovo. Alla fine, però, si arriva alla consapevolezza che è la società malsana ad alimentare tale demone, infatti il libro si chiude con una provocazione alla società: la paura del diverso, affrontato anche in altre “poesie” racchiuse nel libro. 

Chi ha pubblicato il libro e dove si può acquistare?
Il libro è stato auto pubblicato attraverso l’opzione che Amazon mette a disposizione degli emergenti, ovvero Amazon Kdp. Ho gestito tutto io, a partire dalla copertina ed è acquistabile su Amazon. 

Anche se sei molto giovane hai deciso di devolvere parte del ricavato in una nobile causa 

Sì, il 10 % dei guadagni sarà devoluto all’associazione Plastic Free per il recupero e lo smaltimento della plastica.