Mar 29 Nov 2022
spot_img
HomeCostume & SocietàCosentino di origine rom, plurilaureato e...

Cosentino di origine rom, plurilaureato e scrittore, vincitore del Concorso Internazionale “Amico Rom”

C’è anche un cosentino di origine rom, Fiore Manzo, tra i vincitori della 29esima edizione del Concorso Artistico Internazionale “Amico Rom”, il più longevo concorso al mondo del settore. La novità di questa edizione è che le cerimonie di premiazione saranno svolte nelle due città di Laterza e Lanciano gemellate fra loro sulla base dell’accoglienza dei rom e sinti, un unicum in Italia che apre le porte ad un futuro in cui l’interculturalità e l’inclusione sono parte integrante di una società civile ed evoluta e nella città di Campobasso.

Manzo si aggiudica il Premio Eccellenza Romanì. Nato a Cosenza, nel campo rom di via Gergeri, ha una laurea in Scienze dell’educazione e una seconda in Scienze Pedagogiche per l’interculturalità. Manzo è anche autore del libro  “Gli effetti dell’esclusione. Venti anni dal trasferimento dei Rom da Gergeri a San Vito Alto”.

Vincitore assoluto della manifestazione è invece il rom kosovaro che vive a Strasburgo Neziri Nedzmedin.

Le tre amministrazioni hanno già collaborato proficuamente nel 2021 in occasione della ricorrenza della Rivolta ad Auschwitz dei rom e sinti del 16 maggio 1944. Il 15 maggio 2021 hanno organizzato assieme all’associazione Them Romanò e l’Unione delle Comunità Romanès in Italia (UCRI) il concerto etnosinfonico dell’Alexian Group e Orchestra Sinfonica Gioacchino Rossini di Pesaro, una delle più importanti istituzioni musicali a livello europeo.

A Laterza, ridente località pugliese, il tre ottobre alle ore dieci si svolgerà la prima parte del Concorso Artistico Internazionale Amico Rom nella Sala Cavallerizza a cui parteciperanno insigne personalità a livello nazionale come Moni Ovadia, Vauro Senesi e Mimmo Lucano ed Internazionale come l’artista Paco Suarez (Premio alla Carriera).

All’evento partecipano anche i rappresentanti delle amministrazioni di Lanciano, Campobasso e Laterza. L’evento sarà preceduto dalla cerimonia di deposizione di una corona alla targa in maiolica laertina che ricorda il Samudaripen dei rom e sinti.

La seconda parte della Solenne Cerimonia di Premiazione del 29esima Concorso Internazionale “Amico Rom” si svolgerà a Lanciano al Teatro Fenaroli il tre ottobre alle ore 21.00 a cui saranno invitati ospiti internazionali come il Vicepresidente del Parlamento croato Veljko Kajtazi e nazionali come l’artista Enrico Fink e i rappresentanti delle amministrazioni di Lanciano, Campobasso e Laterza.

Il 4 ottobre alle ore 10 alla presenza delle autorità delle tre città, delle associazioni e delle rappresentanze  studentesche, si svolgerà la cerimonia di deposizione della corona d’alloro al Monumento al Samudaripen al Parco delle Memorie di Lanciano.

 Il 4 ottobre a Campobasso alle ore 20 la terza parte della Solenne Cerimonia di Premiazione del 29^ Concorso Artistico Internazionale “Amico Rom” al Teatro Savoia  e alle ore 21.00 un concerto di musiche e danze rom del gruppo di fama Internazionale Alexian Group. Saranno premiati il conduttore RAI Sigfrido Ranucci, l’artista Paco Suarez, il vicepresidente del Parlamento croato Veljko Kajtazi e tanti altri importanti personaggi nazionali ed internazionali.

 Il 6 mattina alle ore 11 lezione/concerto di Alexian Santino Spinelli presso la scuola di Vinchiaturo e il pomeriggio dalle ore 15-17 il laboratorio di danze rom a Campobasso.

Durante l’evento sarà assegnato il premio eccellenza romanì a Orhan Galjus ( Amsterdam) Musli Alievski ( Pesaro), Valentina Sejdic ( Roma) e Fiore Manzo ( Cosenza).

Un unico straordinario triplice evento in 3 città e in 3 regioni unite dall’arte e dall’intercultura.