Gio 13 Giu 2024
spot_img
HomeSportCalcioIl Cosenza ci crede. Cuore, grinta...

Il Cosenza ci crede. Cuore, grinta e sudore. Rossoblù di misura sul Pisa

Avvio teso del Cosenza che fatica a manovrare tranquillamente in mezzo al campo contro un Pisa propositivo e arrembante dal primo minuto di gioco.  Nei primi dieci giri d’orologio Micai viene impegnato più volte e si supera al quinto di gioco su una conclusione dalla distanza di Mastinu al termine di un contropiede veloce partito da un errore dalla bandierina di Florenzi che sbaglia le misure del passaggio concedendo la ripartenza del Pisa gestita, però, male dai ragazzi di D’Angelo. Un tre contro due che non trova sviluppo grazie al ripiegamento dei rossoblù che non lasciano spazi utili al 18 nerazzurro costretto alla conclusione da fuori sulla quale Micai ci mette i guantoni.

I padroni di casa provano spesso le soluzioni da fascia a fascia con Marras e Florenzi che si cercano; proprio quest’ultimo al quarto d’ora riceve palla sul secondo palo dal 32 rossoblù ma manca l’aggancio davanti la porta. Il Cosenza prova a farsi vedere dalle parti di Nicolas ma è il Pisa a fare paura quando si riversa in avanti con tante conclusioni da fuori area che si spengono tutte sul fondo. Tante le occasioni per gli ospiti che peccano di precisione nell’ultima trequarti avversaria.

Occasione Cosenza

Alla mezz’ora di gioco la formazione di casa costruisce l’azione migliore del primo tempo (per i rossoblù) con una verticalizzazione dalla retroguardia che pesca sulla destra Martino bravo ad addomesticare la palla e conquistare il fondo prima di servire con i giri giusti Delic che svetta bene in area ma la sua deviazione aerea risulta di poco alta.

Vantaggio Cosenza

Al 43’ Il Cosenza esegue alla perfezione. Da destra Martino sventaglia sulla sinistra per Marras che serve con i giri giusti un imperioso Nasti che in mezzo a tre maglie gialle (Pisa in campo con la seconda maglia) riesce a trovare il tempo giusto per sbloccare la gara.

Secondo tempo

La seconda frazione di gara si apre con il Cosenza ancora riversato in avanti, Marras esplode sulla destra tagliando fuori il proprio marcatore penetrando in area di rigore ma non vede Florenzi appollaiato sul secondo palo e lasciato completamente solo dagli avversari. Ancora un’occasione importante per i padroni di casa che peccano di egoismo con Brescianini bravo a prendere metri ma aspetta troppo per servire il compagno alla sua sinistra tutto solo.

Il Pisa continua a spingere in cerca del pari e il tecnico D’Angelo prova a dare peso all’attacco con l’ingresso di Torregrossa e Gargiulo. Il Cosenza si abbassa ma rimane ordinato, il Pisa ci prova ma trova sulla sua strada un reattivo Micai che sbarra la strada ai nerazzurri per due volte consecutive.

Secondo tempo che scivola via con il Pisa che prova a rimettere in equilibrio il risultato con conclusioni dalla distanza e qualche traversone forzato grazie all’ordine del Cosenza che non lascia quasi mai spazi utili agli avversari che dopo 5′ di recupero concessi dal direttore di gara si arrendono ai calabresi che conquistano la terza vittoria di fila (dopo S.P.A.L. e Frosinone).

Ancora una vittoria di carattere del Cosenza che ci crede stringendo i denti e resistendo all’avanzata del Pisa. Nasti la sblocca allo scadere del primo tempo, poi tanto cuore e grinta.


COSENZA (4-3-2-1): Micai; Martino, Rigione, Meroni, D’Orazio (dal 61’ Rispoli); Brescianini, Voca (dal 61’ Calò), Florenzi (dal 72’ D’Urso); Delic (dall’80 Zilli), Marras; Nasti (dall’80’ Finotto)

panchina: Marson; Rispoli; Calò; Kornvig; D’Urso; Salihamidzic; Vaisanen; Finotto; Agostinelli; Venturi; La Verdera; Zilli

Allenatore: William Viali

PISA (4-3-2-1): Nicolas; Hermannsson, Barba, Caracciolo, Esteves (dal 46’ Morutan); De Vitis (dal 55’ Gargiulo), Marin (dal 68’ Tramoni), Mastinu (dal 73’ Zuelli); Sibilli (dal 55’ Torregrossa), Gliozzi; Moreo

panchina: Guadagno; Livieri; Torregrossa; Zuelli; Sussi; Gargiulo; Tramoni; Calabresi; Rus; Tramoni; Morutan

Allenatore: Luca D’Angelo

arbitro: Sig. Marco Guida di Torre Annunziata

assistenti: Sig. Mauro Vivenzi di Brescia e Sig. Giuseppe Di Giacinto di Teramo

IV uomo: Sig.ra. Maria Marotta di Sapri

VAR: Sig. Giovanni Ayroldi di Molfetta e Sig. Giacomo Camplone di Pescara (aVAR)

Marcatori: Nasti (COS)

ammoniti: D’Orazio (COS); Voca (COS); D’Urso (COS);

espulsi:

recupero: 1′ p.t.; 5′ s.t.